Inter, Ausilio: “Zaniolo? Nessun rimpianto”

INTER, AUSILIO: “ZANIOLO? NESSUN RIMPIANTO”

Il direttore sportivo dell’Inter Piero Ausilio in occasione del Gran Galà del calcio italiano ha toccato diversi argomenti d’attualità, sui nerazzurri e non solo.

Arriviamo benissimo a Juve-Inter. Le polemiche di ieri? Ci interessa solo il campo, abbiamo visto una bella Inter e una bella partita. Va dato merito ai ragazzi che su un campo difficile hanno avuto il giusto atteggiamento e hanno provato a vincere. Caso Lautaro rientrato? Non c’è mai stato un caso. Spalletti ha spiegato bene, abbiamo parlato col ragazzo e ci siamo chiariti in due secondi, è stato un gesto passionale di un papà che ama suo figlio. Ritorno di fiamma per Modric a gennaio? Io credo che l’Inter a gennaio più o meno sarà questa. Stiamo già lavorando e pianificando la squadra della prossima stagione. Perisic? Sta mantenendo le aspettative come tutti i compagni, dà il suo contributo in ogni occasione. È normale che ci si aspetti sempre di più, ma da tutti, Perisic è una parte importante di questa squadra e deve dare tutto. Juve-Inter la partita dell’anno per noi? Noi abbiamo 38 partite dell’anno, i tre punti di Torino valgono come gli altri. Andiamo con l’idea di mettere in difficoltà una squadra importante, la più forte in Italia e forse in Europa. Cosa può dare in più Marotta? Ci porterà esperienza, tutti gli anni che ha passato alla Juve e altrove dimostrano le sue capacità. Troverà un club molto forte fatto di passione e storia”.

E poi su Icardi e Zaniolo:

Rinnovo Icardi? Non c’è nessun problema, Icardi è Inter in tutto e per tutto. Siamo strafelicissimi del nostro capitano, come calciatore ma, soprattutto, come uomo. Penso abbia dimostrato di meritare oltre alla maglia dell’Inter, anche la fascia di capitano. Rimpianto per aver venduto Zaniolo? No, è il calcio, le cose si fanno. In quel momento eravamo assolutamente convinti di chiudere l’operazione, anche attraverso, purtroppo, il sacrificio importante di un calciatore giovane e di talento, ma che, bisogna essere sinceri, aveva fatto solo ed esclusivamente il Campionato Primavera. Sono contento per il successo di Zaniolo, come lo sono di tutti quei calciatori che sono diventati importanti, anche grazie all’Inter. Fortunatamente per noi, ci sono tantissimi di questi ragazzi che, magari con altre squadre, sono sicuramente un orgoglio per il calcio italiano. Zaniolo è uno di questi”.