Giuseppe Rossi, la fine di un calvario durato oltre cinque mesi: ora la Nazionale nel mirino

La rivoluzione di Giuseppe Rossi è macchiata di rossoblù, in quel di Genova pronto a far rinascere un calciatore messo in difficoltà dagli infortuni.

Giuseppe Rossi, la fine di un calvario durato oltre cinque mesi: ora la Nazionale nel mirino

Un calvario durato oltre cinque mesi, prima di ritornare da un lungo infortunio e riprendere la propria avventura proprio in Italia, paese che lo ha cresciuto a livello agonistico. Dopo la breve esperienza passata in Spagna, alla corte del Celta Vigo, il talentuoso Giuseppe Rossi ha deciso di riprendere la propria carriera tra le fila del Genoa di Ballardini, cercando di riprendersi una maglia in azzurro tardata fin troppo ad arrivare.

Giuseppe Rossi, un’astinenza in azzurro durata fin troppo

Roberto Mancini sulla panchina della Nazionale italiana e Giuseppe Rossi in campo, a combattere anch’egli per tornare a indossare quella maglia. Un’astinenza portata avanti per diversi anni, prima di riprendere la propria avventura nel mondo del calcio proprio in Italia, tra le fila del Genoa, e ritrovare quel talento lasciato negli spogliatoi della Fiorentina.

“Mancini? Il suo curriculum parla per lui, ha vinto ovunque è andato. E’ il mio sogno di tornare in Nazionale, ovviamente. Balotelli? Lui sta facendo una grande stagione, io sto tornando ai livelli a cui voglio essere. Siamo ancora agli inizi. Futuro? Ora mi concentro su questi ultimi allenamenti e sull’ultima gara, poi penserò al futuro. Conosco Ballardini da tanti anni, da quando ero alla Primavera del Parma, ha fatto grandi cose da allora. Quest’anno ha tirato il Genoa fuori da una situazione difficile. Si merita la conferma. L’anno prossimo credo che il Genoa possa fare meglio, e lottare per l’Europa.”

La Nazionale e la forma fisica ottenuta qualche anno fa: sono questi gli unici due obiettivi perseguiti dall’ex bomber di Villarreal, Fiorentina, Levante e Celta Vigo, in un calvario di innumerevoli infortuni che gli hanno permesso di ritornare in campo solo alla modica cifra di 31 anni.