GIOVANI TALENTI: Jacob Bruun Larsen, la nuova stellina danese del BVB

Bruun Larsen / Un fiore sta sbocciando in Germania. E’ un fiore estraneo, importato dalla Danimarca, che ha la caratteristica di sbocciare d’autunno. Il suo colore è giallonero, come la maglia che indossa regolarmente, ma spesso se ne trovano varietà di color rosso fuoco. A Dortmund l’hanno scoperto, prelevandolo dal piccolo Lyngby ormai ben tre anni fa. Dopo tre stagioni alla ricerca di una sua identità, il fiore di Jacob Bruun Larsen è definitivamente pronto ad aprirsi al mondo.

Impatto devastante

Classe 1998, Jacob Bruun Larsen nasce calcisticamente nelle giovanili del Lyngby, club della sua città natale in Danimarca. Nel 2015, il Borussia Dortmund lo scopre e lo preleva dai danesi per soli 250 mila euro, strappandolo alla concorrenza di squadre come Liverpool e PSV Eindhoven (proprio le due squadre sconfitte ieri sera in Champions League dalle due italiane ndR). Ancora molto giovane, Bruun Larsen viene accorpato all’Academy del Dortmund, prima di esordire, il 20 settembre 2017, il Bundesliga nel 3-0 rifilato all’Amburgo. In quell’occasione, il tecnico Bosz lo ha inserito al minuti 83′ come terzino sinistro al posto di Zagadou. Questa, nella scorsa stagione, la sua unica presenza con la maglia dei gialloneri.

A gennaio, poi, il prestito allo Stoccarda, con cui gioca altre quattro partite senza mai trovare la via del gol.

Con l’arrivo di Lucien Favre sulla panchina del Borussia Dortmund, però, ecco spalancarsi le porte del campo per il giovane danese. Dopo un breve stop per un infortunio al polso, Bruun Larsen esordisce alla terza giornata di Bundesliga giocando 58 minuti contro l’Eintracht Francoforte. Nella gara successiva, contro l’Hoffenheim, va in panchina, ma in quella successiva ancora troverà il suo primo gol in Bundesliga ed il suo primo assist nel 7-0 rifilato al Norimberga. Come se non bastasse, tre giorni dopo, contro il Bayer Leverkusen, arriva anche il secondo gol in campionato, seguito a ruota dal primo gol in Champions League contro il Monaco, il gol che apre le danze nel 3-0 dei tedeschi sui monegaschi, insieme ad un altro assist.

Insomma, un impatto devastante per il ventenne danese, che ha già timbrato tre volte il cartellino in quattro partite, aggiungendo alle sue statistiche anche due assist.

Al momento, Bruun Larsen fa ancora parte della selezione Under-21 danese. Dovesse continuare così, tuttavia, le porte della Nazionale Maggiore potrebbero aprirsi molto presto. E allora sarebbe davvero il momento, per il fiore venuto dalla Danimarca, di tingersi anche, definitivamente, di rosso, colore della sua patria natia.