Il giocatore del giorno: Cristiano Biraghi

Il terzino della Fiorentina ieri decisivo

Ieri l’Italia si è finalmente imposta ai danni della Polonia, ottenendo una vittoria importantissima per la classifica ma soprattutto per il morale.

Una vittoria meritatissima

Ieri gli uomini di Mancini hanno messo in mostra un gioco finalmente convincente e soddisfacente. La partita contro una Polonia ferita e in crisi di risultati proprio come noi, è stata per lunghi tratti dominata dagli Azzurri, che però non sono riusciti a finalizzare le tantissime azioni create, sprecando occasioni macroscopiche nel corso dei 90 minuti.

Al 92′ però arriva il gol meritato per l’Italia: su sviluppi di calcio d’angolo, Insigne pennella per la testa di Kevin Lasagna. L’esordiente attaccante dell’Udinese “sporca” il cross del napoletano con una grande torsione di testa che arriva direttamente sui piedi di Cristiano Biraghi: per lui segnare è un gioco da ragazzi. Biraghi ha così segnato un gol pesantissimo per l’Italia, che ci consente di non retrocedere nel gruppo B della UEFA Nations League e di arrivare alle qualificazioni di Euro 2020 come testa di serie. Un gol, quello di Biraghi, dedicato all’ex compagno Davide Astori.

Scheda tecnica di Biraghi

Cristiano Biraghi nasce a Cernusco sul Naviglio nel 1992. Calcisticamente parlando, il terzino cresce nell’Inter, una grande fucina di talenti. Durante i primi anni in prestito dai nerazzurri, Biraghi si mette in mostra in Serie B con le maglie di Juve Stabia e Cittadella. Successivamente, le esperienze in Serie A con Catania e Chievo, senza mai strafare.

Nel 2015/16, Biraghi si cimenta anche nel campionato spagnolo, vestendo la maglia del Granada, mentre l’anno successivo giocherà nel Pescara. Lo scorso anno, la grande occasione con la maglia della Fiorentina: occasione che Biraghi prende al volo, giocando una buonissima stagione, che gli consente la riconferma da parte della dirigenza viola.

Fiducia che Biraghi sta continuando a ripagare anche quest’anno, grazie a prestazione sontuose in campionato e adesso, anche in Nazionale.