Frosinone 1-1 Cittadella, dichiarazioni e pagelle. Gori il migliore, male Vido e Strizzolo

Frosinone 1-1 Cittadella, dichiarazioni e pagelle
Frosinone 1-1 Cittadella, dichiarazioni e pagelle

Si è conclusa 1-1 la seconda gara valida per i playoff di Serie B. Il Frosinone sfiderà il Palermo in finale, per decidere chi salirà in Serie A.

Le dichiarazioni post-partita

VENTURATO – “Ho rammarico per i punti persi durante il campionato, giro i complimenti alla mia squadra e anche oggi abbiamo fatto una grande partita. E per me ci stava un calcio di rigore a nostro favore. Dal punto di vista fisico e dal punto di vista mentale stavamo bene. Credo che avremmo potuto giocarci con grande determinazione e grande impeto anche le due partite di finale. Un po’ di nervosismo ci stava, il Frosinone è stato bravo a chiuderci gli spazi, avremmo dovuto essere più incisivi negli ultimi venti metri. Il Frosinone è una squadra fisica, non siamo stati bravi negli ultimi venti metri a creare qualche occasione in più. Questo è un gruppo che ha fatto una stagione straordinaria.” – queste le parole del mister del Cittadella.

LONGO – “Abbiamo raggiunto un grande obiettivo, complimenti ai ragazzi che hanno disputato due partite gagliarde con grande furore agonistico. La disfatta col Foggia è stata una delle principali motivazioni che ci ha convinto ad andarci a prendere questa finale. Abbiamo gestito bene la gara, tranne qualche episodio in cui forse avremmo potuto fare meglio. In questo momento il Palermo sta meglio a livello di organico, però con lo spirito visto in queste due partite credo che avremo le nostre carte da giocarci”. Tutt’altro spirito per l’allenatore del Frosinone, contento della prestazione dei suoi che andranno a giocarsi tutto contro il Palermo.

Le pagelle del match

FROSINONE (3-5-2): Vigorito 7, M. Ciofani 6.5, Terranova 6, Krajnc 6, Matarese 6 (39′ st Frara sv), Chibsah 6.5, Gori 7, Soddimo 6.5 (22′ st Konè 6) , Crivello 6, Dionisi 5.5 (25′ st Citro 6), Ciano 6.5. Allenatore Longo

I MIGLIORI – Chibsah 6,5: Taglia e cuce, cuce e taglia. Ha un ottimo approccio, gioca fin da subito con la testa giusta e recupera tantissimi palloni. Preziosissimo per il centrocampo dei canarini.

Gori 7: Arriva sempre lui per primo sul pallone, rispetto sia agli avversari che ai compagni. Questione di testa, questione di abnegazione. Trova la rete dell’1-0 fiondandosi su un pallone vagante e questo dà grande tranquillità per il secondo tempo frusinate. E’ il giocatore più rappresentativo del Frosinone, l’uomo della finale contro il Palermo.

CITTADELLA (4-3-1-2): Alfonso 7; Salvi 5, Adorni 6, Varnier 5, Benedetti 6; Bartolomei 6.5, Iori 6, Lora 5.5 (13′ st Chiaretti 6.5); Schenetti 6 (25′ st Arrighini 6); Strizzolo 5(9′ st Kuoamè 6.5), Vido 5.5. Allenatore: Venturato.

IL MIGLIORE – Alfonso 6,5: Tre interventi nel primo tempo, un paio determinanti. Anche nella ripresa non si risparmia e non sbaglia nulla, neanche sulla rete di Gori. Tra i migliori del Cittadella c’è lui, anche se serve a poco.

I PEGGIORI – Vido 5,5: Poco preciso oggi. Gara non facile, ma a parte qualche guizzo estemporaneo oggi non si vede tantissimo là davanti.

Strizzolo 5: Arriva in ritardo sulla palla gol più nitida del Cittadella nel primo tempo. La difesa del Frosinone gli concede poco spazio, spesso viene anticipato. Male l’attacco del Cittadella, che poteva e doveva essere più incisivo.