Francia, il sogno di rivalsa dopo il 2006? La possibilita adesso ce l’hai!

Francia che approda in finale e che ha la possibilità di uscirne trionfante

Seppur la Francia sia considerata tutt’ora una delle maggiori corazzate in circolazione, è dall’inizio del secondo millennio ormai che non riesce nell’intento di regalare un titolo alla propria Nazione: l’ultima vittoria della Coppa del Mondo risale al 1998, con l’Europeo proprio nel 2000. Per il resto solamente due Confederations Cup consecutive tra gli anni 2001 e 2002. Riguardo al Mondiale, invece, prima l’amara sconfitta in finale che tutti gli italiani ricordano nel 2006, successivamente la grande delusione in Sudafrica nel 2010 con l’uscita ai gironi per finire al 2014 con l’eliminazione subita dalla Germania ai quarti di finale.

Con la vittoria di stasera sul Belgio la storia potrebbe finalmente cambiare rotta, dato che la Francia, a 12 anni di distanza, ha l’opportunità di giocare un’altra finale, nella speranza di non fallire e di terminare questa volta dal lato dei vincenti. Tra qualche giorno però non avrà l’Italia di fronte, bensì una Nazionale tra Croazia e Inghilterra: la seconda finalista la si scoprirà proprio questa sera. Nel frattempo che la sfida venga giocata e che i ragazzi di Deschamps smaltiscano le emozioni di ieri, andiamo a ripercorrere il cammino della Francia in Russia!

Un primo posto nel girone senza troppi problemi, con quest’ultimi che arrivano poco dopo

In gruppo con Australia, Perù e Danimarca, la Francia riesce senza alcun problema ad ottenere il primato del girone a 7 punti. La prima sfida vinta per 2-1 contro i Socceroos, la seconda di misura per 1-0 ai danni de La Blanquirroja Los Incas, per finire con il pareggio a reti bianche di fronte ai ragazzi di Hareide. Insomma, fino a questo punto i ragazzi di Deschamps hanno dato l’impressione di apportare alle gare il minimo indispensabile, al fine di conservare le forze in vista della fase ad eliminazione diretta. Detto, fatto.

Ecco che si arriva agli ottavi, contro l’Argentina di un Leo Messi decisamente sotto tono e generalmente data come netta sfavorita. Il match si rivela invece tutt’altro che semplice, con i Blues che ottengono una vittoria sofferta per 4-3 di fronte ad un Albiceleste non intenzionata a mollare. Poi i quarti, contro l’Uruguay: stando alla carta una sfida già vinta, se non fosse che La Olimpica avesse eliminato il Portogallo di Cristiano Ronaldo. Nonostante ciò, con carattere e grinta la Francia riesce a riconfermarsi, trionfando con 2 reti di scarto.

Infine la gara di ieri sera, contro il Belgio. Un Belgio che si è dimostrato molto forte in questa edizione, che sembrava con un piede fuori ma che ha trovato la forza per rialzarsi e rimontare la gara contro il Giappone. La Francia grazie alla rete di Umtiti riesce a sconfiggere i Diavoli Rossi, dimostrandosi ancora una volta Squadra con ottime caratteristiche. Adesso la finale è esattamente lì, a pochi giorni di distanza, così come vicina è la possibilita e probabilmente l’obbligo di invertire rotta e tornare sul tetto del mondo.

La Francia è favorita alla vittoria finale?

Attenzione, davanti non avrà una Nazionale qualsiasi: indipendentemente se si troverà di fronte Croazia o Inghilterra, troverà davanti una rosa che ha intrapreso lo stesso suo cammino, che condivide i medesimi sogni e che certamente non farà sconti. Stando a quanto dimostrato finora, la Francia le possibilità le ha eccome, ma deve fare l’ultimo sforzo per non inciampare proprio ora.

Quella maledetta coppa in grado di far sognare una Nazione intera è a soli 90, 120 o ancora oltre minuti di distanza ed è obbligatorio mettere l’anima per riportarla a casa. La finale c’è, l’opportunità anche, ora sta alla Francia realizzare il sogno!