Fantacalcio, top e flop della decima giornata di Serie A

Fantacalcio top flop decima giornata / Bentornati amici lettori al nostro appuntamento settimanale con la top-flop fantacalcistica, dove analizzeremo, ruolo per ruolo, i quattro migliori giocatori ed i quattro peggiori del weekend. Sono davvero tanti i gol segnati in questo turno di campionato, con sole tre porte rimaste inviolate (Inter, Atalanta e Frosinone). Ma veniamo a noi e iniziamo la nostra rassegna.

Top 4

Samir Handanovic. Come detto, solo tre porte sono rimaste inviolate, compresa quella dell’Inter. Il portiere sloveno, uno dei migliori interpreti del ruolo al mondo, ha salvato numerose volte la sua porta dagli attacchi ripetuti della Lazio. A discapito del risultato finale, infatti, i biancocelesti hanno tirato 21 volte (anche se solo 4 in porta) ed il portiere nerazzurro non ha avuto una serata da spettatore non pagante. Voto 6,5.

Gianluca Mancini. Il difensore dell’Atalanta vive un vero e proprio pomeriggio da sogno contro il Parma, condito con un assist (per Palomino) e con un gol. Oltre a grandi risultati offensivi, il centrale pontederese ha offerto una grande prestazione anche in difesa. A 22 anni, Mancini è pronto a diventare un ottimo prospetto per la Nazionale Italiana. Voto 12.

Riccardo Saponara. A 27 anni, l’ex centrocampista di Empoli e Milan sta finalmente ritrovando la continuità che aveva mostrato in Toscana. Nella partita contro il Milan, è riuscito a trovare un assist meraviglioso per Quagliarella e un gran gol con il destro. Se gli infortuni lo permetteranno, potrebbe essere stato un grande colpo per la Samp. Voto 11,5.

Cristiano Ronaldo. Dopo un primo tempo molto sottotono, il portoghese ha deciso di vincere la partita contro l’Empoli da solo. Se la prima rete è stata segnata su rigore, la seconda è una perla di rara bellezza, di quelle alle quali CR7 ci aveva abituato in Spagna e in Premier. Voto 13,5.

Note di merito: Mauro Icardi 13,5.

Flop 4

Juan Musso. Alla prima partita da titolare in Serie A, l’estremo difensore argentino non è tra i più brillanti e causa un rigore veramente molto ingenuo. L’impressione è che, se continuerà così, Scuffet potrebbe ritrovarsi in breve tempo a difendere ancora i pali bianconeri. Voto 2,5.

Riccardo Gagliolo. Se è vero che l’autorete che ha portato all’1-0 è molto sfortunata, è lui che perde il pallone da cui nasce l’azione del gol. L’Atalanta, contro il suo Parma, fa quello che vuole nella ripresa e lui di certo non aiuta a tappare i buchi. Giornataccia. Voto 2.

Federico Bernardeschi. Dopo un grandissimo avvio di stagione, l’ex Fiorentina incappa nella sua prima vera serata no. Contro l’Empoli parte titolare, ma non trova mai il guizzo ed è complice del brutto primo tempo dei suoi. Fortuna per lui che qualcuno poi l’ha risolta da solo.. Voto 4,5.

Ciro Immobile. Davvero molto male, ieri sera, l’attaccante della Lazio, che si trova continuamente imbrigliato dalla difesa nerazzurra. Skriniar e Miranda fanno di lui quello che vogliono e lui non trova mai la controffensiva per il muro creato da Spalletti. Voto 4,5.

Note di (de)merito: Gomis, Audero, Sepe 2,5, Lazzari, Linetty, Rigoni 4,5, Meggiorini, Mirallas, Gervinho 4,5.