Fantacalcio, top e flop della 14^ giornata di Serie A

Fantacalcio top flop 14^ giornata / Ben ritrovati amici lettori con il nostro appuntamento settimanale della top-flop fantacalcistica, nella quale scopriremo chi sono stati, ruolo per ruolo, i migliori e i peggiori protagonisti di questo turno di campionato. Direi di cominciare subito con le nostre nomination!

Top 4

Marco Sportiello. La partita tra Frosinone e Cagliari ha messo in evidenza due dei portieri più in forma del nostro campionato. Da una parte, Alessio Cragno, ormai un habitué di questa classifica; dall’altra, Marco Sportiello, che si sta un po’ ritrovando sui livelli di Bergamo di qualche stagione fa. Se il Frosinone è in un buon momento, il merito è anche suo e delle sue parate: contro i sardi, se ne contano almeno tre di grandissimo livello. Voto 6.

Cristian Ansaldi. Un infortunio ne ha un po’ compromesso l’inizio di stagione, ma l’esterno argentino ex Genoa e Zenit può essere davvero un’arma micidiale per il Torino di Mazzarri. Contro la sua ex squadra, domenica ha fatto vedere cose egregie, compreso un gol davvero bellissimo che ha bucato inesorabilmente il povero Radu. Voto 10,5.

Jasmin Kurtic. Fosse più continuo, saremmo qua a chiederci come mai Jasmin Kurtic non ha mai giocato in una big. Purtroppo, i suoi continui “sbalzi d’umore” lo hanno relegato alle cosiddette realtà provinciali, dove però non manca mai di far vedere la sua classe e la sua vena realizzativa. Sabato, per esempio, era in gran giornata e ha regalato due gol alla sua Spal, nonostante l’inferiorità numerica. Voto 13.

Fabio Quagliarella. Intramontabile. E’ questo l’aggettivo che mi viene in mente per definire la straordinaria carriera di Fabio Quagliarella. A 35 anni, l’attaccante stabiese è ancora sulla cresta dell’onda e in questa stagione ha già segnato 7 gol. L’anno scorso furono 19, quest’anno potenzialmente sono 21. Ce la farà? Noi tifiamo per lui. Voto 13,5.

Note di merito: Cragno, Szczesny, Consigli, Musso 6.

Flop 4

Lukas Skorupski. Per il Bologna, rischia di essere una stagione lunghissima. I quattro gol subiti contro la Sampdoria di Quagliarella danno una mazzata tremenda ai felsinei, che mettono in risalto una difesa terribile ed un portiere un po’ in confusione. Sul terzo gol Doriano, l’ex numero uno di Roma ed Empoli non è impeccabile trovandosi nella terra di nessuno. Voto 1,5.

Thiago Cionek. La Spal pareggia 2-2 contro l’Empoli nonostante l’espulsione rifilata ad inizio ripresa a Thiago Cionek. Il giocatore polacco (di origini brasiliane) commette un fallo da dietro molto duro ai danni di La Gumina e finisce sotto la doccia. Voto 4.

Romulo. A proposito di falli brutti, ecco quello che vince il Contest della settimana. Ammonito da pochi minuti, l’ex centrocampista di Verona e Juventus entra con i tacchetti sul petto del povero Meité e si prende il secondo giallo. L’intervento è davvero da matita rossa, simile a quel famoso fallo di De Jong su Xabi Alonso in finale Mondiale nel 2010. Voto 3.

Giovanni Simeone. Il Cholito non si riprende più. L’ultimo gol risale ormai a metà settembre, dopodiché il nulla totale. Contro la Juve si impegna, fa quel che può, ma quando c’è da buttarla dentro, lascia spazio al suo sosia scarso. La Fiorentina continua ad aspettarlo, ma per quanto ancora? Voto 4,5.