Europa League, pagelle Atalanta-Borussa Dortmund: Berisha colpevole, Reus disegna calcio

L’Atalanta è andata davvero ad un passo dalla qualificazione, ma purtroppo non c’è l’ha fatta. Ecco le pagelle di ieri sera, in grassetto il migliore in campo.

Atalanta

Berisha 5.5: Sarebbe una partita da 7 per le tante parate che più volte salvano i suoi. Ma la macchia sul gol giallonero compromette il suo voto e la qualificazione.

Toloi 6,5: La sblocca all’11’ e conduce una gara tutto sommato positiva, anche se commette ancora qualche leggerezza di troppo. (Cornelius S.V.)

Caldara 6.5: Non fa toccare un pallone a Batshuay. Sempre in anticipo sulle palle alte. Ha anche la grande occasione del 2-0 ma Toprak gli chiude la porta.

Masiello 6.5: Anche per lui grande partita difensiva, con la solita sostanza che lo contraddistingue.

Hateboer 6: Non impeccabile in fase difensiva, dove Schurrle gli va via un paio di volte. Solita spinta costante in attacco.

Cristante 7: Prestazione monumentale. Si inserisce sempre tra le linee e la difesa giallonera non legge mai i suoi movimenti, al punto che ha una grandissima occasione nel primo tempo ma sbaglia malamente. Forse l’unico errore della sua partita.

Freuler 6,5: Corre tantissimo e non concede un attimo di respiro ai centrocampisti tedeschi, sempre tallonati dallo svizzero.

De Roon 6: Anche per lui tanta corsa, ma sbaglia qualche passaggio di troppo. (Petagna S.V.)

Spinazzola 6,5: Nel primo tempo è un pericolo costante su quella fascia e le azioni pericolose arrivano tutte da lì. Nel secondo tempo la squadra arretra e di fatto non spinge più.

Gomez 6,5: Lotta e mette sempre in apprensione anche con la sola presenza la difesa tedesca. Pesa tantissimo il gol mangiato davanti alla porta due minuti prima del pareggio del Borussia.

Ilicic 6,5: Sokratis e Toprak possono fermarlo solo con falli, semplicemente incontenibile.

Gasperini 5: Forse è lui, oltre ai gol mangiati, l’artefice di questa eliminazione. Imposta la gara in maniera perfetta, ma a questi livelli non puoi permetterti di effettuare il primo cambio all’85’.

Borussia Dortmund

Burki 6: Di fatto viene centrato dal Papu nell’unica parata importante della sua gara.

Toljan 5: Anello debole della difesa giallonera, dalle sue parti si passa quando si vuole e come si vuole. (Schmelzer 6,5: L’uomo giusto al momento giusto, firma il gol che qualifica il Dortmund)

Toprak 6: Chiusura provvidenziale su Caldara, chiusura che si rivelerà fondamentale nonostante un paio di sbavature.

Sokratis 5,5: Prova a fermare Ilicic in qualsiasi modo, ma le accelerazioni dello sloveno lo mettono in grave difficoltà.

Pisczek 6: Una partita tutta di esperienza. Cresce col passare dei minuti e prende le misure a Spinazzola.

Dahoud 5: Freuler e De Roon non gli concedono un centimetro, ma anche lui ci mette del suo nel nascondersi dalla manovra.

Sahin 5,5: Cura la fase difensiva, anche se i movimenti alle sue spalle di Cristante lo mettono in difficoltà.

Pulisic 6,5: L’unico a salvarsi nel primo tempo, le poche azioni pericolose partono tutte da lui. (Reus 7: Entra e disegna calcio con la sua classe infinita che, nonostante gli infortuni, non perde mai.)

Gotze 5,5: Fatica a questi ritmi, non trova mai la giocata giusta.

Schurrle 6: Prova ad impensierire Berisha con un tiro nel primo tempo, uno dei più in palla dei suoi.

Batshuay 5: Un fantasma, lo si nota solo intorno al 75′ con un tiro che non impensierisce Berisha.

Stoger 6: Tanta fortuna per la sua squadra che comunque passa il turno.

Gasperini: “Così fa male”

Tanta amarezza per il tecnico dell’Atalanta, che ha visto sfumare sul più bello il sogno europeo: “Uscire così lascia tanta amarezza, siamo stati eliminati con due gol nei dieci minuti finali. Ringrazio i giocatori e i tifosi, è stata un’esperienza magnifica che ci rende più ricchi e migliori. Adesso reagiremo e saremo più forti di prima, non ci deprimiamo”.