Europa League, Milan-Dudelange: dichiarazioni post gara

Viaggio all’inferno andata e ritorno

Il Milan rifila la manita ai poco più che dilettanti lussemburghesi in una partita rocambolesca. Al vantaggio iniziale di Cutrone, il Dudelange risponde con due gol che mandano nel panico i tifosi rossoneri per un quarto d’ora abbondante. Poi in 15 minuti il Milan archivia la pratica realizzando quattro reti, tra cui 2 autogol. I ragazzi di Gattuso si giocheranno il passaggio ai sedicesimi nell’ultima giornata in Grecia contro l’Olympiakos con un piccolo vantaggio, potranno anche perdere con una rete di scarto.

Dichiarazioni del dopo partita

Gattuso soddisfatto della reazione dopo i 17 minuti da “film horror” dei rossoneri, tra la fine del primo tempo e l’inizio della ripresa. Il tecnico calabrese si dice contento del risultato, un pò meno del gioco espresso dalla sua squadra “dopo il loro pareggio è subentrata un pò di paura, ma l’avevamo preparata bene”. Poi serio aggiunge “mi prendete per scemo quando dico che partite facili non ce ne sono, ma oggi l’importante era vincere. Sapevo che ci sarebbe stato da faticare”.

Il tecnico del Dudelange, Dino Toppmoller non può rimproverare nulla sul piano dell’impegno alla sua squadra. “Oggi abbiamo fatto comunque la storia, siamo riusciti a fare due gol in uno degli stadi più importanti d’Europa e del mondo”, soddisfatto della prestazione, peccato per i 20 minuti finali, ma eravamo molto stanchi”