Europa League, Hapoel Haifa-Atalanta 1-4: analisi del match. Poker dei nerazzurri in rimonta!

Vince e convince l’Atalanta che rifila 4 gol all’Hapoel Haifa e ipoteca il passaggio del turno. Dopo lo svantaggio iniziale i bergamaschi rimontano senza sforzi anche grazie ai gol dei due nuovi acquisti Zapata e Pasalic.

PRIMO TEMPO

La prima conclusione della partita capita sui piedi di Duvan Zapata che colpisce l’esterno della rete. Al 7′ la grande sorpresa: l’Hapoel scodella in area il pallone e Buzaglo di testa fa 1-0. La gara si fa in salita per i bergamaschi, l’Hapoel insiste con Plakuschenko che prova la botta dalla distanza. I nerazzurri reagiscono con il tentativo di Gomez, poi al 19′ arriva il pareggio: Hateboer calcia di mancino da fuori area e mette in rete. Passano pochi istanti e Freuler prende un palo clamoroso con un tiro da fuori. Al 21′ l’Atalanta completa addirittura la rimonta con Zapata che lanciato a rete non sbaglia e fa 1-2. Nel finale di tempo Hateboer sfiora anche la doppietta personale con un diagonale su cui si oppone il portiere avversario. Il primo tempo si chiude con un’occasione per parte: Pessina calcia sopra la traversa, Papazoglou in tuffo manda la palla tra le braccia di Gollini.

SECONDO TEMPO

Comincia forte di nuovo l’Atalanta ma Freuler da fuori area conclude in modo sbilenco. Entrano Pasalic e Barrow al posto di Pessina e Zapata e sono proprio loro due a confezionare il 3-1: siamo al minuto 65 ed il gambiano su cross di Toloi fa la sponda di testa per Pasalic che segna il suo primo gol in nerazzurro. Nel finale Barrow stesso va vicino al gol e poi lo realizza all’85’ con una conclusione di precisione all’angolino. Il giovane classe ’98 ha anche il tempo di divorarsi una clamorosa occasione da rete, come aveva fatto poco prima Masiello su azione da calcio d’angolo.