Europa League, 3^ giornata: Arsenal corsaro a Lisbona, Leverkusen ko a sorpresa

Europa League 3^ giornata / Si sono giocate dodici partite nel tardo pomeriggio di oggi, valide per la terza giornata di Europa League. In campo, per i gironi dalla A alla F, squadre importanti come Milan, Olympiacos, Arsenal, Sporting Lisbona e Bayer Leverkusen. Non sono mancate le sorprese, con i ko dei tedeschi in casa dello Zurigo, e del Milan, che cade in casa con il Betis. Ma scopriamo insieme come sono andate, girone per girone.

Girone A

Nel primo girone della competizione, abbiamo subito una sorpresa. A Zurigo, i padroni di casa battono clamorosamente il Bayer Leverkusen per 3-2. Svizzeri in vantaggio al 44′ con Antonio Marchesano (chiare origini italiane), ma ad inizio ripresa il Leverkusen la ribalta con la doppietta, in quattro minuti, di Bellarabi. Al minuto 59, Domgjoni riporta il match in parità, prima della rete decisiva firmata dal nigeriano classe 1998 Odoy.

Nell’altra gara del girone, solo 1-1 tra AEK Larnaca e Ludogorets. Succede tutto nel primo tempo, con i bulgari avanti al 7′ con Lukoki ed il pari, al 25′ firmato da Larena su rigore. Zurigo che comanda, a punteggio pieno, il girone, seguito dal Leverkusen a quota 6. AEK e Ludogorets chiudono con 1 punto a testa.

Girone B

Nel gruppo B, vincono entrambe le squadre sponsorizzate Red Bull in casa. Il Lipsia ha la meglio sul Celtic, vincendo per 2-0. Il primo gol, al 31′, è del brasiliano Matheus Cunha, mentre il raddoppio, quattro minuti dopo, è del portoghese Bruma.

Vince 3-0, invece, il Salisburgo contro il Rosenborg. Nel primo tempo trova il gol Dabbur, poi nella ripresa raddoppia Wolf e chiude i conti ancora Dabbur su rigore. Salisburgo in testa al girone con 9 punti, seguito proprio dal Lipsia a 6. Il Celtic resta a quota 3, mentre il Rosenborg chiude ancora a quota 0.

Girone C

Cade in casa la squadra carnefice dell’Atalanta, il Copenaghen, contro lo Slavia Praga. Nello 0-1 finale decide, al 46′, il gol di Matousek.

Vittoria anche per lo Zenit San Pietroburgo, che batte 2-1 in casa il Bordeaux. Francesi in vantaggio al 26′ con Briand, ma al 40′ il pari è di Dzyuba. Nella ripresa, lo stesso Dzyuba sbaglia un rigore, ma nel finale Kuzyaev trova il gol decisivo. Zenit primo nel girone, con un punto di vantaggio sullo Slavia. Copenaghen terzo a 4 punti, Bordeaux ancora a 0.

Girone D

Spettacolare partita a Bruxelles, dove finisce 2-2 la sfida tra Anderlecht e Fenerbahce. Belgi in vantaggio due volte con la doppietta dell’ex Valencia Bakkali, ma nella ripresa il Fenerbahce trova il pari con le reti, in quattro minuti, di Frey e Al Kaldirim.

Nell’altra partita, la Dinamo Zagabria espugna il campo dello Spartak Trnava, anche se ad andare in vantaggio sono i padroni di casa con Ali Ghorbani. Nel secondo tempo, i croati la ribaltano con Gavranovic e Orsic. Dinamo a punteggio pieno nel girone, con il Fenerbahce secondo a quota 4. Lo Spartak, sorprendentemente, resta terzo a quota 3, mentre l’Anderlecht resta ultimo a 1.

Girone E

Doppia vittoria di misura nel gruppo E, con il Vorskla Poltava che batte, a domicilio, il Qarabag. Decide, al 48′, l’ucraino Kulach.

Stesso risultato a Lisbona, con l’Arsenal che batte lo Sporting all’Alvalade, grazie alla rete di Danny Welbeck. Gunners a 9 punti nel girone, seguiti dallo Sporting a 6. A 3 punti troviamo il Vorskla, mentre il Qarabag resta a 0.

Girone F

Chiudiamo con il girone del Milan, che vede la sconfitta casalinga dei rossoneri contro il Betis Siviglia. Spagnoli in vantaggio nel primo tempo con l’ex Roma Sanabria, poi nella ripresa arriva il raddoppio con la perla di Lo Celso. Nel finale, non basta la rete del solito Cutrone.

Nell’altra partita del girone, vince l’Olympiacos, 2-0 in casa del Dudelange. A segno l’ex Roma Torosidis, prima dell’autogol, nel finale, di Jordanov. In testa al girone troviamo quindi il Betis con 7 punti, seguito dai 6 del Milan. Sale a 4 l’Olympiacos, mentre il Dudelange rimane a quota 0.