Champions League, l’Inter supera il Tottenham in rimonta all’esordio a San Siro

Impresa nerazzurra all'esordio europeo

Epilogo travolgente quello di San Siro con l’Inter che, sotto 0-1, prima agguanta il pareggio, e poi completa la rimonta col Tottenham nel finale; i Nerazzurri si aggiudicano quindi i 3 punti all’esordio europeo.

Primo tempo

Tutto abbastanza noioso per buona parte del primo tempo, con poche minacce ai due portieri, ma molti scontri fisici a centrocampo.
Sono decisamente troppi i palloni persi in maniera maldestra dalla difesa inglese, e ingenui i tentativi di attacco interista.
L’unica pericolosissima occasione della prima frazione di gioco arriva al 36′, con Eriksen, nettamente migliore in campo, che serve alla perfezione Kane, il quale stoppa, scarta Handanovic in uscita, ma non riesce a connettere prima di portarsi fuori il pallone: non è il solito Uragano questa sera.
Al 45′ si può solo fare la conta degli ammoniti: Perisic e Skriniar per l’Inter, per il Tottenham Sanchez, seguito ad inizio secondo tempo da Vertonghen.

Secondo tempo

La ripresa segue il filone inaugurato nella prima mezz’ora, però con i londinesi più aggressivi che trovano infatti la rete al 53′: Eriksen impegna Handanovic dalla lunga distanza, poi ottiene nuovamente il pallone e disegna, anche grazie ad una deviazione, una traiettoria che beffa il portiere nerazzurro.
Dopo una debole reazione dell’Inter, il Tottenham raddoppia, ma l’autore del gol Son è oltre l’ultimo difensore, si resta sullo 0-1.

Candreva sostituisce Perisic, Lucas Moura Son; tatticamente non cambia nulla in campo.
Il brasiliano nuovo entrato semina subito il panico nella difesa di casa, costringendo Skriniar agli straordinari, e Handanovic ad un’uscita decisa su Lamela, che di lì a breve esce per Winks.
Dieci minuti senza idee per entrambe le squadre, con Keità che rileva un ottimo Politano e prova a spingere la squadra verso il pareggio.
Ed è proprio Icardi, probabilmente peggiore in campo, che tocca all’85’ il suo primo pallone giocabile, e lo spara al volo nell’angolino alla destra di un incolpevole Vorm.
Spalletti lancia anche Borja Valero al posto di Nainggolan per un po’ di idee e freschezza a centrocampo; è ora un Tottenham completamente allo sbando, Pochettino sacrifica Kane per aggiungere Rose alla linea difensiva.
A San Siro sono 4 i minuti di recupero, ma ne bastano 3 all’Inter per centrare l’impresa: Vecino raccoglie di testa una palla respinta da calcio d’angolo e insacca alle spalle del portiere olandese, 2-1!
Non c’è quasi più tempo, i Nerazzurri portano a casa 3 importantissimi punti in questa prima partita del Girone B di Champions League.

Conclusioni

Vittoria probabilmente fondamentale per l’Inter in un girone di ferro, con il Barcellona che contemporaneamente supera per 4-0 il PSV.
Serata di sollievo per Spalletti e i suoi, che interrompono il periodo negativo, cosa che non riesce ai londinesi, sconfitti per la terza volta consecutiva.
Confermato il momento no di Kane, si sblocca invece Icardi al suo esordio europeo, con un gol di altissimo livello.
In definitiva, sarà necessario molto lavoro per entrambe le contendenti di stasera, non enorme infatti la qualità vista in campo.