Champions League, le italiane “corsare” in Europa

Juventus e Roma vincono e convincono

Foto Alfredo Falcone - LaPresse02/10/2018 Roma ( Italia)Sport CalcioRoma - Viktoria PlzenUefa Champions League 2018 2019 - Stadio Olimpico di RomaNella foto:esultanza dzekoPhoto Alfredo Falcone - LaPresse02/10/2018 Roma (Italy)Sport SoccerRoma - Viktoria PlzenUefa Champions League 2018 2019 - Olimpico Stadium of RomaIn the pic:dzeko celebrates

Arrivano buone notizie dalla seconda giornata di Champions League per le italiane impegnate nella competizione, attendendo il big match del Napoli, impegnato stasera contro il Liverpool; Juventus e Roma infatti, hanno vinto agevolmente le loro partite.

Juventus cinica, Roma esagerata

Nei match di ieri, la prima italiana a scendere in campo è stata la Juventus, impegnata contro gli svizzeri dello Young Boys, alla loro prima partecipazione ufficiale nella Coppa dalle grandi orecchie; la Vecchia Signora ha condotto senza particolari patemi la partita per tutti i 90 minuti, nonostante l’assenza causa squalifica di Cristiano Ronaldo.

I bianconeri hanno tra l’altro ritrovato la loro Joya, Paulo Dybala, che dopo un inizio difficile si è “ripreso” la squadra sulle spalle, trascinandola alla vittoria, grazie alla splendida tripletta che ha fissato il risultato finale sul 3-0 a favore della Juventus, che, alla seconda giornata, è capolista del suo gruppo.

Per quanto riguarda la Roma, il discorso è ancora più benevolo; i giallorossi, dopo una mini-crisi di risultati in campionato, ha rialzato la testa con la vittoria nel derby di Roma; una vittoria che ha dato morale anche in Champions League, dove ieri la squadra capitolina ha rifilato ben 5 reti contro i modesti (ma ostici) cechi del Viktoria Plzen. Anche in questo caso, mattatore della serata è un giocatore che sembrava vivere un periodo di appannamento e che invece si è ripreso alla grande con una sontuosa tripletta: Edin Dzeko. Di Kluivert e Under le altre due reti.

Porte inviolate, nessun passo falso

Con le due vittorie di ieri Juventus e Roma hanno sfatato, perlomeno parzialmente, il tabù secondo cui, storicamente, le squadre italiane debbano soffrire con le outsider della competizione, cosa che per esempio è successa al Napoli alla prima giornata, in cui ha pareggiato contro la Stella Rossa.

E invece ieri, finalmente, la superiorità delle squadre nostrane si è fatta vedere dall’inizio alla fine senza troppi fronzoli; 8 reti fatte ma soprattutto 0 subìte: niente male per due squadre che, anche quest’anno, vogliono essere protagoniste in Champions League.