L’Inter non riscatta Rafinha

Da gennaio Rafinha è stato un giocatore importante per l’Inter di Spalletti. Il brasiliano ha contribuito con i suoi gol ed i suoi assist al raggiungimento della Champions League. Nonostante le buone prestazioni offerte ed un rendimento positivo, l’Inter, come annunciato da Spalletti stesso in un’intervista di qualche settimana fa, non ha intenzione di riscattare Rafinha. O quantomeno, in questo momento la società nerazzurra si troverebbe con le mani legate, strette dalla morsa del Fair Play Finanziario. Situazione che coinvolge anche l’altro riscatto, ovvero quello di Joao Cancelo, ma questo è un altro discorso. Rafinha con tutta probabilità dovrebbe tornare al Barcellona, in quanto l’Inter non sembrerebbe orientata a spendere 35 milioni più 3 di bonus per il riscatto del giocatore.

Barcellona irritato: l’Inter non avrebbe rispettato i patti

Su Rafinha in questo momento, secondo quanto riportato dal quotidiano ‘Sport’, vi sarebbe l’interesse del Tottenham. La dirigenza degli Spurs avrebbe intenzione di acquistare il giocatore del Barcellona facendo in modo che l’allenatore Pochettino possa avere un centrocampo ancora più tecnico. Senza dimenticare che il Tottenham possiede anche un certo Christian Eriksen, uno dei centrocampisti avanzati più forti d’Europa, sul quale vi sarebbe anche l’interesse dello stesso Barcellona. Rimanendo in tema Rafinha, il club blaugrana sarebbe irritato con l’Inter, in quanto la società nerazzurra non avrebbe rispettato i patti legati al riscatto del brasiliano.

Secondo quanto riportato da ‘Sport’, l’Inter avrebbe dovuto sborsare i 35 milioni più bonus per il riscatto di Rafinha in caso di qualificazione in Champions League. Cosa avvenuta ma operazione non effettuata, in quanto si è verificato uno stallo nella società nerazzurra derivante dalla situazione legata al Fair Play Finanziario. In tutto questo, il Tottenham starebbe pensando di inserirsi nella corsa verso l’acquisizione del giocatore brasiliano.