Calciomercato: AAA cercasi allenatore

Da Conte, passando per Lopetegui, Wenger, a Zeman. Grandi allenatori liberi in cerca di una panchina

Resteranno all’uffico collocamento ancora un pò, con il magone e la speranza, ricordandosi le passate imprese. In sala di attesa parcheggiati a tempo indefinito ci sono allenatori per tutti i gusti: vincitori di scudetti, Premier League, coppe di ogni genere, ex commissari tecnici della nazionale e santoni in declino.

L’ultimo finito in questa “speciale” lista è l’ormai ex tecnico del Real Madrid e nazionale spagnola, Julen Lopetegui. Ma non è certo in cattiva compagnia dato che a come vicini di posto Antonio Conte, Arsene Wenger, Zinedine Zidane e Cesare Prandelli.

Una poltrona per due:

Conte e Zidane sono stati accostati molte volte alla panchina dei galacticos, sia durante il periodo Lopetegui sia tutt’ora che alla guida c’è Solari. Il tecnico leccese dopo la premiazione della panchina d’oro si è espresso sulla sua candidatura al Real:“Credo che per un allenatore del mio livello sia meglio aspettare l’inizio di una nuova stagione e non prendere treni in corsa, come poteva essere quello del Real Madrid. Preferisco attendere giugno e poi iniziare un percorso con una nuova squadra. In questo momento non sento la necessità di tornare subito ad allenare e quindi rimango di questa idea, ma magari tra due mesi cambio idea e mi smentisco da solo”.

L’ex Chelsea si è espresso anche sulla possibiltà di tornare in Italia dato che, nonostante la passione e la grinta di Rino Gattuso, c’è chi vorrebbe proprio Conte come allenatore del Milan:”Da italiano per me è sempre un piacere stare in Italia. Poi il livello del nostro calcio sta crescendo, l’unico problema come detto è che la Juventus sta allargando troppo il divario con le altre. Di certo in Italia sto bene e mi piacerebbe tornare a lavorarci, senza trascurare ovviamente l’estero“.

Zizou, dal canto suo, oltre ad un suggestivo ritorno al Real Madrid, ha come possibili opzioni altre 3 panchine: PSG, Bayern e Man United. Secondo la testata spagnola ‘OkDiario‘, il club bavarese avrebbe già presentato un’offerta all’allenatore francese per la prossima stagione. Zidane ha un ottimo rapporto con Hasan Salihamidzic, attuale direttore sportivo del Bayern Monaco, questo potrebbe avvantaggiare un’eventuale trattativa.

Ave Cesare:

In serie B, Fabio Grosso, allentaore dell’Hellas Verona, non se la passa benissimo, anzi, la sua panchina è in bilico ed il sogno per la dirigenza veronese è Cesare Prandelli. Dopo le esperienze in Spagna e Arabia, entrambe nefaste, l’ex c.t. della nazionale italiana ha l’opportunità di montare in sella ai gialloblu e galoppare verso la promozione. Tuttavia c’è anche una seconda opzione, rilevare il posto di Velasquez all’ Udinese. Le ultime notizie sul possibile sostituto di Velazquez, dicono che è corsa a due per la panchina della Dacia Arena. I nomi sarebbero quelli di Davide Nicola e, per l’appunto, Cesare Prandelli, nome già uscito in primavera.

Wenger: “Milan? Nessun contatto”

Ultimamente molti allenatori vengono accostati ai blancos visto il loro periodo di forma, fra questi c’è Arsene Wenger, ex manager dell’Arsenal, che ha parlato a beIN Sports del suo futuro: “Non sono mai stato contattato dal Real Madrid. Neanche dal Milan”.

Il francese era stato recentemente accostato anche al Milan visto l’imminente arrivo di Ivan Gazidis, dirigente che ha lavorato al suo fianco a Londra per 10 anni prima di scegliere l’offerta rossonera.

I vecchi santoni:

Tra i big nella sala d’attesa dell’ufficio collocamento tecnici ci sono anche due ex santoni del nostro calcio: Zdenek Zeman, eternamente legato a un sorprendente Foggia di tanto tempo fa e alla Roma dei Sensi, e Gigi Delneri, che lottò per lo scudetto con il Chievo una quindicina d’anni fa. A 71 anni il “Boemo” ha ricevuto qualche offerta dalla Serie C, ma ambisce perlomeno a una panchina di B. Pochissime prospettive ci sono invece per il 68enne Delneri, fermo dal novembre scorso.