Calcio internazionale, le partite della serata: vincono Huddersfield, Espanyol e Pescara

Calcio internazionale / Si sono giocate tre partite importanti in questo Monday Night di inizio novembre. Impegnate squadre in Serie B, con il Pescara che cercava di tornare in vetta contro il Lecce all’Adriatico; in programma la sfida salvezza in Premier tra l’ultima (Huddersfield) e la penultima (Fulham). Infine, in Spagna, l’Espanyol cercava il mega sorpasso ad Atletico Madrid, Siviglia e Alaves per portarsi al secondo posto in classifica. Vediamo come sono finite le gare di questa sera.

Le partite

Partiamo dall’Inghilterra, dove l’Huddersfield trova la prima vittoria in campionato e batte di misura il Fulham. Decide, al minuto 29′, l’autogol dell’olandese classe 1998 Fosu-Mensah. Oltre a essere il primo successo per la squadra di Wagner, l’autogol dell’ex Man United è il primo gol casalingo segnato in questa stagione dai Terriers. Grazie a questi tre punti, il Fulham si vede superato in classifica e lasciato in fondo alla classifica a pari punti con il Cardiff.

Passiamo alla Spagna, dove, con lo stesso risultato, l’Espanyol porta a casa tre punti importantissimi contro l’Athletic di Bilbao. A decidere la gara, il quinto gol in campionato di Borja Iglesias, firmato al minuto 41′. Grazie a questa vittoria, i catalani superano in un solo colpo Atletico Madrid, Siviglia e Deportivo Alaves e si portano secondi da soli a tre punti dai cugini del Barcellona. Continua il periodaccio, invece, del Bilbao, ancora fermo a 10 punti e a +1 sulla zona retrocessione.

Infine, chiudiamo con la spettacolare partita dell’Adriatico tra Pescara e Lecce. Abruzzesi in vantaggio già dopo 3 minuti con il sesto gol in campionato di Mancuso, a cui fa seguito, al 22′, il raddoppio firmato dal giocatore surinamense Gravillon. Nel recupero della prima frazione, però, il Lecce torna in partita con il giocatore di scuola Lazio Palombi. Nel secondo tempo, passano otto minuti ed i pugliesi restano in 10 per l’espulsione di Calderoni, ma al 67′ trovano il pari con Tabanelli. Al 76′ il Lecce resta addirittura in nove uomini, a causa del rosso sventolato in faccia a Meccariello. Con la doppia superiorità numerica, il Pescara riesce a trovare la vittoria con la doppietta, siglata all’89’ e al 98′, di Del Sole, entrato a sei dalla fine per Marras. Gli abruzzesi tornano così in vetta alla classifica, con un punto di margine sul Palermo.