Benevento-Lazio: precedenti, curiosità e probabili in vista del lunch match dell’undicesima giornata di Serie A

Benevento-Lazio sarà il match del lunch-time valido per l’undicesima giornata di campionato di Serie A.
Vediamo dunque quello che c’è da sapere prima di assistere alla partita.

 

Benevento-Lazio: i precedenti

Le due fazioni si sono scontrate solo una volta fino a oggi, in una gara valida per il terzo turno di Coppa Italia nel 2009; la gara terminò con un netto 5-1 per i capitolini, quando la squadra campana era appena stata promossa nella prima divisione delle Lega Pro, che nonostante il secco risultato mostrò un ottimo gioco.
Andarono a segno per la Lazio Meghni, Manfredini e due volte Pandev oltre all’autorete di Cattaneo, per il Benevento invece Bueno mise a segno il goal della bandiera.

 

Benevento-Lazio: le statistiche

I numeri parlano chiaro : 0 punti e ultimo posto per i campani, 25 punti e terzo posto per la squadra di Mr. Inzaghi, che viaggia a vele spiegate dopo la scorsa ottima stagione.
Il Benevento ha appena cambiato allenatore affidando la squadra a Mr. De Zerbi, che cerca il primo punto storico nella massima divisione italiana, dopo aver raggiunto il record negativo di zero punti dopo 10 giornate, superano il Venezia che deteneva quello precedente (zero punti dopo 8 giornate nel lontano 1949/50).
La Lazio si conferma un’ottima squadra anche in questa stagione, vincendo e convincendo sia in Serie A, sia in EL, forti di un’ottima organizzazione di gioco, sono il terzo attacco della competizione con 26 reti all’attivo.

 

Benevento-Lazio: le probabili formazioni

Mr. De Zerbi deve rinunicare a D’alessandro e Costa, entrambi fuori per guai muscolari, e schiera un 4-4-2 che scende così in campo : Brignoli, Letizia, Venuti, Antei, Di Chiara, Memushaj, Cataldi, Viola, Ciciretti, Iemmello, Lombardi.

Mr. Inzaghi dovrà fare a meno di Wallace, Felipe Anderson, Di gennaro, Basta, tutti fuori per guai fisici, confermando il solito 3-5-1-1. Segue l’11 titolare : Stakosha, Bastos, De Vrij, Radu, Marusic, Lucas Leiva, Parolo, Lukaku J, Luis Alberto, Milinkovic-Savic, Immobile.

Il risultato sembrerebbe già scritto ma nel calcio mai nulla è scontato, chissà che la squadra delle streghe non riesca a strappere il primo punto storico in Serie A.