Barcellona – Inter: le dichiarazioni

In conferenza stampa Spalletti rivela la sua pazza idea al popolo nerazzurro.

Il giorno è oramai giunto. Barcellona contro Inter, un classico della mitologia calcistica che ha visto trionfare più volte i blaugrana. Una sfida che per qualcuno in particolare è molto speciale.

Rafael Alcântara do Nascimento, meglio noto come Rafinha, ha infatti raccontato, ai microfoni del sito ufficiale barceloneta, il suo idillio all’Inter:“Sono molto eccitato in vista di questa partita, affrontiamo una squadra che mi ha accolto lo scorso gennaio e in cui mi son trovato davvero bene. E’ stata una bellissima esperienza, ho trovato una cultura diversa ma allo stesso tempo un ambiente familiare. La squadra e i tifosi mi hanno dimostrato di appartenere ad un club speciale. Quest’anno l’Inter ha cominciato bene, possiede giocatori forti ed è capace di tutto. Tatticamente sono molto preparati, sanno quello che vogliono e lavorano benissimo sulla disposizione in campo. E’ bello vedere dove la squadra nerazzurra è arrivata adesso, rappresenta il frutto di ciò che abbiamo fatto la scorsa stagione”.

Rafinha poi lancia la sfida alla Juve:”Penso che la squadra sia motivata per tornare a vincerla, anche perché ci manca da un po’ di anni”.

Spalletti:”L’inter deve avere autostima, non essere arrognate”…

Luciano Spalletti in conferenza stampa si è soffermato ad elogiare e ringraziare l’ex Rafinha:“Rafinha? Lo ringrazio per quello che ci ha dato, è stato fondamentale per noi per il raggiungimento della Champions. Il riscatto scadeva in un certo punto e fino a quel punto noi non potevamo fare mercato in entrata. Dopo era troppo tardi, servivano uscite e quando abbiamo chiesto al Barcellona non era interessato a nessuno dei nostri. Vogliamo dimostrare che si sbagliavano…”.

In seguito, il tecnico toscano, ha parlato delle condizioni di Perisic e Brozovic, con quest’ultimo ancora in forse:“Brozovic forse non ha smaltito l’infortunio occorso contro il Milan, vediamo se sarà della partita. Miranda gioca, Perisic ha recuperato. Ho tanti giocatori, ma bisogna essere sicuri di mantenere gli equilibri della squadra.”

Spalletti quindi sta valutando le alternative al regista croato: Vecino e Borja Valero potrebbero essere a secco o in riserva, dato che il derby di domenica sera ha richiesto tantissimo carburante.“A centrocampo non abbiamo tantissimi calciatori a disposizione per i paletti imposti dal Fair paly finanziario. Ma posso spostare calciatori da altre posizioni perché alcuni sono anche in possesso di altre conoscenze. Asamoah ci ha già giocato a centrocampo, ma anche Skriniar sa giocare in quel ruolo. Di soluzioni ne abbiamo e siamo abbastanza tranquilli”. Anche se suggestiva l’idea di vedere Skriniar a centrocampo,con Miranda che potrebbe affiancare de Vrij nel cuore della difesa per consentire a Skriniar di avanzare in mediana, una mossa che il tecnico toscano studia, è molto più plausibile spostare il Asamoah in mediana con Vecino e inserire come terzino sinistro Danilo D’Ambrosio.

Uno slittamento fra Skriniar o Asamoah a centrocampo, soprattutto a gara in corso, sembra un’esigenza fondamentale per la squadra di Luciano Spalletti.