Barcellona, caso Dembélé: momento negativo per colpa dei videogame?

BARCELLONA, CASO DEMBÉLÉ: MOMENTO NEGATIVO PER COLPA DEI VIDEOGAME?

Emergono dei dettagli inquietanti dietro al recente scarso periodo di forma di Ousmane Dembélé, colpo ad effetto del mercato 2017 del Barcellona. La giovane ala francese infatti è piombata in una preoccupante “dipendenza da videogame”, che lo tiene incollato alla televisione giorno e notte, stando a quanto riportato da AS. Secondo quanto trapelato da fonti interne non è raro che il giocatore arrivi ad allenamento in ritardo e scontroso per questo motivo.

Tutto ciò va ad aggiungersi ad altri problemi che avevano già condizionato la giovane carriera di Dembélé. Ai tempi del Borussia Dortmund infatti era stato citato in giudizio dal suo ex proprietario di casa per la sporcizia che vi aveva lasciato e per non aver pagato alcune bollette. Il francese potrebbe essere costretto a pagare 20mila euro di danni per questo.

Un momento nero, quindi, per la giovane promessa dei blaugrana, ma nonostante tutti questi problemi il Barcellona non sembra avere intenzione di metterlo sul mercato. Almeno al momento.