“Rispetto per la parola data ad Agnelli”

Massimiliano Allegri, intervistato da Sky, ha potuto parlare dopo il termine del campionato. L’allenatore toscano si è soffermato su più temi, dicendo tante cose interessanti, riguardanti il finale di annata e sulla chiamata di Florentino Perez, che ha contattato Allegri per sostituire Zinedine Zidane sulla panchina del Real Madrid: “I ragazzi sono stati straordinari ad avere quella reazione dopo la sconfitta subita in casa contro il Napoli. Sono stati bravi ad arrivare in fondo nel migliore dei modi, soprattutto a livello psicologico, in quanto non era semplice andare a Milano il sabato dopo per vincere l’incontro. Per lo scudetto l’anno prossimo vedo Roma, Inter e Napoli. La vittoria dell’ottavo campionato consecutivo rappresenta per noi la priorità. E’ un bene per il nostro calcio che Ancelotti sia tornato in Italia, ma dispiace che se ne sia andato un maestro come Sarri. Panchina del Real Madrid? Sì, Florentino Perez mi ha contattato, ma ho risposto no. Ho dato la mia parola ad Agnelli e non volevo mancare di rispetto. Alla Juventus gli stimoli si trovano sempre.”