Eder risponde a Iago Falque: Inter-Torino 1-1

Si è concluso da circa un’ora l’anticipo domenicale della 12ª giornata di Serie A: il risultato è Inter-Torino 1-1, grazie al pareggio di Eder dopo il vantaggio ospite con Iago Falque.

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

I nerazzurri partivano favoriti, anche se entrambe le squadre arrivavano da una vittoria. Passano pochi minuti e i padroni di casa si accendono: bel cross di Candreva, che Icardi non riesce a spizzare verso la porta avversaria. Poi ci prova Baselli: prima spedisce alto, successivamente si fa ipnotizzare da Handanovic dal limite dell’area di rigore. Borja Valero tenta un tiro cross che Sirigu spara in angolo, poi Icardi ha due occasionissime che non sfrutta: prima Candreva gli offre un cioccolatino che è solo da scartare, ma colpisce male; dopo qualche minuto, su una ripartenza, spreca e si impalla, perdendo goffamente il pallone che viene recuperato da Baselli. Mancano pochi minuti alla fine del primo tempo e Icardi ha un’altra chance: prova il tiro, che viene però smorzato da De Silvestri e finisce in corner. L’ultimo squillo da parte dei milanesi è firmato Milan Skriniar: dopo una torre da corner prova il colpo di testa, neutralizzato però dallo spettacolare intervento di Salvatore Sirigu.

SECONDO TEMPO

Dopo una prima frazione di gioco a reti inviolate, spinge ancora l’Inter: due incursioni di Nagatomo e due colpi di testa effettuati da Vecino: più pericoloso il primo, velleitario il secondo. Il Torino imita gli avversari: De Silvestri pesca Belotti, che di testa impegna Handanovic. Poi Borja Valero sere Perisic che, con un cross basso e teso, restituisce il pallone allo spagnolo: controllo, sponda, tiro di Icardi e deviazione in angolo. I padroni di casa sprecano tanto e gli ospiti ne approfittano: gran giocata dell’esterno Iago Falque e vantaggio granata. Icardi ha un’altra occasione ma non è la sua giornata: spara alto da due passi. A 20 dalla fine, Spalletti decide di andare all’attacco: fuori Gagliardini, dentro Eder. Ed è proprio l’attaccante italo-brasiliano che, 10 minuti dopo, agguanta il pareggio su assist di Icardi, che fa sponda dopo un cross preciso di Perisic. All’88’ Vecino spacca la traversa; quella è l’ultima occasione del match, che si conclude con il risultato di 1-1.

UN TORO BELOTTI-DIPENDENTE

Un grandissimo Torino, grazie ad un eccellente lavoro di Sinisa Mihajlovic, è riuscito a fermare un Inter decisamente superiore sulla carta. Ma i granata, da quando è tornato Belotti, anche se non è stato incisivo, non hanno più perso. Atteggiamento mentale: il Toro è “Belotti-dipendente” anche quando il gallo gioca male.